sabato 31 marzo 2012

Fettucce Garofalo al pesto di fave



Capita in una calda giornata di giugno, tra un calcolo ed un disegno, incoraggiata dal tuo neofidanzato, di decidere di aprire un blog di cucina.

Capita che quel piccolo blog, in cui inizialmente hai iniziato a postare le tue piccole ricette con foto impacciate, diventi sempre più importante nella tua vita quotidiana.

Capita che nel cercare di capire, imparare, migliorare te ed il tuo blog, inizi a girare per il web in cerca di capire meglio la realtà in cui sei entrata per caso e di cui non avresti mai immaginato le innumerevoli sfaccettature.

Capita che in questo viaggio incontri un gruppo di persone che insieme portano avanti un bellissimo progetto, Gente del Fud, e in un attimo ti trovi tu stessa coinvolta in questo progetto.

Capita che una bella giornata di Febbraio ti arriva una mail Garofalo in cui sostanzialmente ti viene detto, Fata hai vinto il corso di cucina “Pasta mon amour” presso la sede di Milano Congusto, ti va di partecipare? 
A quel punto inizi a saltellare per lo studio, peggio di una bimba davanti a un regalo che non si aspetta e rispondi “mi va di partecipare?? Scherzi?? Certo che mi va”

Così di capita in capita, di passo in passo ti ritrovi nel primo pomeriggio del giorno della Festa della Donna, presso la bellissima sede di Congusto, inizi a conoscere dal vivo quelle persone che hai iniziato a conoscere sul web guardando ed ammirando i loro blog, chiacchieri e poi ti ritrovi nella cucina, dove osservi la tecnica con cui lo chef  Roberto Maurizio valorizza al meglio le diverse paste Garofalo, paste che se già normalmente sono buonissime, quel pomeriggio diventano eccezionali.

Cosa mi ha lasciato quel pomeriggio?
 La fortuna di aver conosciuto dal vivo splendide persone che avevi iniziato a conoscere in web, la consapevolezza di aver visitato una bellissima scuola di cucina, il desiderio di tornarci, la consapevolezza ancora più radicata in te di come senza la passione per quello che si sta facendo non si riuscirebbe a creare un prodotto di eccellenza come la pasta Garofalo.

Tra le tre bellissime ricette provate quel pomeriggio, oggi ve ne presento una perfetta per questo inizio di primavera, con una piccola correzione che ho apportato nel momento in cui l’ho fatta a casa, stiamo parlando delle Fettucce Garofalo al pesto di fave con fiammiferini di pomodori secchi e pinoli.





Ingredienti

Per due persone:

* 200 gr di fave sgranate

* Qualche foglia di basilico

*Una manciata di pimoli

* Due pomodori secchi sott’olio

* Olio extravergine di oliva

* Pecorino

* 200 gr di fettucce Garofalo, in alternativa le chitarrine Garofalo

La preparazione


Il piatto che sto accingendomi a descrivervi oltre ad essere ottimo, è particolarmente indicato per chi è alle prime armi e vuole fare una bella figura invitando qualche amico a casa.

La cosa che potrebbe risultare più lunga da farsi è sgranare le fave fino ad ottenerne 200gr, fatto questo facciamo sbollentare per qualche momento le fave, quindi mentre si raffreddano leviamo le buccette.

In base allo strumento che abbiamo a casa, mettiamo le fave, un filo di olio extravergine di oliva, le foglie di basilico, le fave, un mestolo dell’acqua di cottura della pasta, qualche pinolo o nel bicchiere del frullatore ad immersione o nel frullatore che abbiamo a disposizione, quindi frulliamo il tutto fino ad ottenere una crema.

Tagliamo a fiammiferi i pomodori secchi sottolio e lasciamoli rosolare nella padella saltapasta con un paio cucchiai di olio e dei pinoli in modo da farli dorare, quando la pasta sarà pronta la aggiungeremo alla padella insieme al pesto di fave per far mantecare il tutto qualche momento con un po’ di pecorino.

Prepariamo i piatti con le fettucce, qualche filettino di pomodoro secco e qualche pinolo a decorazione e spolveriamo con del pecorino grattggiato. 

9 commenti:

  1. Capita così di incontrare una Fata,
    Che ti sta subito simpatica, e che valorizza ancora di più la ricetta, con l'aggiunta di ingredienti gustosi e perfetti!!
    Bravissima Valentina :))
    Provo anche la tua variante ;)

    RispondiElimina
  2. Grazie Aurelia,
    è stato un pomeriggio molto bello...
    e per chi legge questo post, il link di seguito riporta alla stessa ricetta, ma cucinata da Aurelia

    http://www.profumincucina.com/2012/03/fettucce-al-pesto-di-fave.html

    da non perdere nemmeno questa versione!

    RispondiElimina
  3. La pasta Garofalo è già buona in bianco...se la condisci così diventa la fine del mondo.

    Complimenti.

    Da oggi mi unisco ai tuoi sostenitori e tornerò spesso a prendere ispirazioni da te.

    A presto, Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie,
      sono contenta di avere un nuovo sostenitore e spero di riuscire a darti sempre dei buoni spunti.
      Buona giornata

      Elimina
  4. enricoeadriana3 aprile 2012 08:20

    Non ti si può trascurare un momento che incalzi con novità d' eccellenza. Quello che era un incontro settimanale dovrà diventare giornaliero.... ;-) Bravissima.
    Ciao Enry+Adry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno ...
      ehh sì, si cerca di avere sempre nuove idee.
      Un bacione

      Elimina