mercoledì 6 marzo 2013

Calamari ripieni

Dei gustosi calamari ripieni con la scamorza affumicata

Il calamaro ripieno, piatto dalle molteplici varianti, croce e delizia dei nostri ricettari, spesso incute timore reverenziale, il più delle volte fa sorgere dubbi e mina la sicurezza nelle nostre doti culinarie. 

Le prime volte che ci sfiora il pensiero di cucinare questo bel piatto in una delle sue varianti, la scena che ci si palesa alla mente è quella di noi, col nostro bel grembiule, tutte o tutti soddisfatti di quanto fatto fino a quel momento, con il nostro ripieno bello e pronto, prendiamo in mano il calamaro, lo guardiamo, gli diciamo, bene ora ti riempo, e ... (mi si perdonino i puntini di sospensione , ma talvolta un poco si suspance ci vuole).

E che si fa? Quanto lo riempiamo? Come lo chiudiamo? Se poi scoppia? Se poi, al posto del calamaro ripieno viene fuori una poltiglia informe, o peggio, se viene fuori una palla da tennis pronta al lancio come quello del familiare xxx? Sì perché in ogni famiglia c'è sempre quell'elemento che sta alla cucina come il deserto del Sahara sta al Polo Nord, e noi non vorremmo mai portare a tavola un calamaro ripieno così tremendo da diventare quella persona da prendere in giro negli anni e che sarà ricordato negli annali di famiglia per il suo calamaro-tennis.

Mi ricordo che da piccolina sentivo ogni tanto parlare di questo calamaro ripieno da mia madre e quando le chiedevo, mamma ma come si fa? La risposta era "NOOOO, bella di mamma, lascia stare".

Insomma questo calamaro negli anni, a furia di NOOO lascia stare, è stato progressivamente avvolto da un'aura di mistero quasi mistico, fino al giorno che mi sono decisa a cimentarmi con questo piatto, ovviamente con una variante che non credo sia vicina a quella della tradizione, ma il risultato continua a piacermi ogni volta che opto per un bel calamaro ripieno.

Quindi forza, appunti per la spesa, poi di corsa a indossare il grembiule preferito, vi aspetto in cucina per il calamaro ripieno.

Un suggerimento in più? Alla fine delle fatiche in cucina non vorremo mica lasciare da solo il nostro calamaro, ha bisogno di degna compagnia, quindi, per la serie La Fata cucina e Marco abbina, questo è l'abbinamento birraio con i calamari ripieni che vi proponiamo.


Ingredienti

Per due persone

* 2 Calamari freschi
* Scamorza affumicata
* Prezzemolo
* Un piccolo spicchio di aglio
* Una fetta di pane
* Latte
* 200 gr. circa di pomodorini (datterini, ciliegini, Pomodorini del Piennolo)
* Olio extravergine di oliva q.b.
* Sale e pepe q.b.

La preparazione

Il trucco per la buona riuscita di questo piatto è avere pazienza, se avete i minuti contati o poca voglia di prestare attenzione al calamaro sui fornelli, è meglio lasciar perdere e optare per un'altra pietanza.

Cominciamo mettendo ad ammollare il pane nel latte e dedichiamoci alle operazioni di taglio, in modo di trovarci tutti i nostri ingredienti pronti al momento giusto, quindi tagliamo i pomodori, tritiamo il prezzemolo, mezzo spicchio di aglio, o uno intero, dipende dai gusti personali e mettiamo da parte.

Laviamo e puliamo i calamari con attenzione, stacchiamo la testa con attenzione in modo da levare le interiora più facilmente, leviamo il becco dal calamaro e quella sorta di cartilagine ancora presente nella sacca del calamaro stesso. Quindi risciacquiamo sotto l'acqua fresca e mettiamo da parte.

Prepariamo il ripieno tagliando finemente la scamorza (circa 1 o 2 fettine sottili)e le teste dei calamari. Mischiamo quindi la scamorza e le teste dei calamari tagliati, un poco del prezzemolo tritato con l'aglio, il pane ammollato e ben strizzato, aggiungiamo un pizzico di sale e un poco di pepe (sempre se piace).

Una volta che il nostro ripieno sarà pronto, cerchiamo di riempire i calamari, mi raccomando un poco di cura e delicatezza. Per evitare che i calamari si rompano in cottura, dobbiamo fare in modo di non riempirli troppo, io lascio libero lo spazio di poco più di un dito. Chiudiamo con uno stuzzicadenti per evitare fuori uscite in cottura.

In una padella facciamo rosolare un filo di olio extravergine di oliva e un piccolo spicchio d'aglio, aggiungiamo quindi i pomodorini tagliati. Dopo qualche minuto aggiungiamo i calamari e chiudiamo con il coperchio.
Di tanto in tanto controlliamo i nostri calamari, non stiamo a rigirarli ogni 30 secondi, piuttosto muoviamo leggermente la padella e stiamo attenti all'intensità del fornello.
In base alla grandezza dei nostri calamari ci vorranno più o meno una ventina di minuti per la cottura dei nostri calamari ripieni.

Nel caso trovassimo dei piccoli calamaretti? Allora vi propongo questo bel primo Mezzemaniche con calamaretti ripieni in cui potrete riutilizzare la tecnica di questo piatto.

Non dimenticate il nostro Abbinamento birraio con l'Olmaia LA9.

A presto con una nuova ricetta.

Valentina (la Fata)
lafataincucina@gmail.com



  


5 commenti:

  1. Ottima ricetta!!! Brava Valentina!!!Adoro dei calamari!!!! Un salutone!

    RispondiElimina
  2. Grazie Angelica, in questo caso ti suggerisco di seguire anche il link dell'abbinamento birraio.
    Spero che l'idea di abbinare delle mie ricette con delle buone birre possa incuriosirti e piacerti.
    Buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  3. Io li adoro ma spesso il ripieno risulta senza carattere.La scamorza affumicata credo sia il tocco in più che fa la differenza; mi piacciono molto!

    RispondiElimina
  4. Grazie per il commento, effettivamente il ripieno con la scamorza è interessante,un'altra idea potrebbe essere fare un ripieno a base di verdure saltate e farro o quinoa in base alla stagione.

    RispondiElimina
  5. Ciao io sono Anna di Fooduel.com. Questo è un sito dove le ricette valutano gli utenti 1-10.
    Si tratta di una classifica delle migliori ricette e un profilo con il loro feedback per le ricette. Ogni ricetta ha un link al blog che fa la ricetta. In questo modo, potrete ottenere il traffico al tuo blog.

    È facile, veloce e divertente. Le migliori foto di ricette sono qui.

    Vi invito a partecipare, è sufficiente aggiungere il tuo blog e postare una ricetta con una bella immagine.

    Vorremmo participases con ricette come questa. Guarda Amazing!

    Saluti

    RispondiElimina